SE HAI DOMANDE SPECIFICHE TELEFONA AL NUMERO 0823.937.537  OPPURE CONTATTACI 

  • Di seguito alcune raccomandazioni per la preparazione di alcuni esami eseguibili presso il nostro laboratorio.
  • Non sono riportati tutti gli esami eseguibili presso il nostro laboratorio
  • Se ci fosse la necessità di eseguire un esame che non è riportato in questa pagina web si raccomanda di contattare preventivamente la Direzione per conoscere le modalità dell'esame
  • Gli esami sono suddivisi sulla base del campione biologico che andremo ad analizzare
  • Le preparazioni dei Breath Test sono riportati nella sezione dedicata

Preparazione generale agli esami diagnostici

  • ALIMENTAZIONE: è consigliabile un digiuno di 8 ore prima del prelievo (si può bere acqua). La sera prima consumare una cena normale evitando di assumere cibi eccessivamente grassi e alcolici.
  • ALCOOL: poiché l'assunzione di alcool può alterare il valore di alcuni parametri se ne consiglia l'astensione /moderazione nella giornata antecedente il prelievo.
  • FUMO: anche il fumo altera il valori di alcuni parametri (aumento della concentrazione dei grassi, di alcuni ormoni, ecc..), evitare quindi quanto più possibile di fumare prima del prelievo.
  • CICLO MESTRUALE E GRAVIDANZA: le condizioni fisiologiche legate ai diversi momenti del ciclo mestruale modificano alcuni parametri sanguigni. Avvisare sempre il laboratorio dell'eventuale stato di gravidanza o del ciclo mestruale.
  • FARMACI: comunicare al laboratorio se state seguendo una qualsiasi terapia o avete assunto farmaci nelle 24 ore precedenti.

 


Esami su Urine

Orario di consegna dei campioni: 8.00-10.30

 

1. ESAME URINE COMPLETO

  • Raccogliere un campione delle prime urine della mattina (mitto intermedio) eliminando il primo getto, salvo diversa indicazione del medico curante. È consigliabile utilizzare l’apposito contenitore di plastica, reperibile in farmacia o presso il nostro laboratorio

2. RACCOLTA URINE DELLE 24 ORE

  • Utilizzare un apposito contenitore sterile da 2 litri reperibile in farmacia.
  • Modalità di raccolta: all’ora X (es. ore 8:00) si deve svuotare completamente la vescica e gettare le urine; quindi raccogliere con attenzione tutte le urine emesse per le 24 ore successive (nell’es. fino alle ore 8:00 del giorno successivo).

 

3. URINOCULTURA

  • Per l’urinocultura è necessario procedere ad un’accurata pulizia dei genitali esterni (lavarsi con acqua e sapone e sciacquare con abbondante acqua). Va scartata la prima parte dell’urina emessa mentre la successiva va raccolta nell’apposito contenitore sterile che va rapidamente chiuso facendo attenzione a non toccare il contenitore con le mani nelle parti interne.
  • Nei bambini le urine vanno raccolte in appositi sacchetti di plastica adesivi sterili che vanno applicati facendo aderire alla regione pubica ove vanno lasciati per non più di 40/45 minuti. Se la minzione non è avvenuta in questo tempo, il sacchetto va sostituito con un altro dopo aver provveduto al lavaggio dei genitali esterni. L’urina così raccolta va versata in un contenitore sterile oppure si richiude accuratamente il sacchetto e si invia subito in laboratorio.
  • Terapie antibiotiche e chemioterapiche possono interferire sull’esito dell’esame e vanno segnalate al laboratorio.
  • Inviare subito il campione di urina in Laboratorio

4. RACCOLTA URINE PER MICROALBUMINURIA

 

  • Esame che si esegue sulle urine delle 24 ore (vedi punto 2 per la raccolta). 

 

RACCOLTA URINE PER DOSAGGI SPECIFICI

 

5. Acido Ossalico

  • Nei 3 giorni precedenti la raccolta delle urine delle 24 ore, osservare una dieta priva di: carne, gelatine, fragole, pepe, rabarbaro, fagioli, barbabietole, spinaci, pomodori, cioccolato, coca cola, thè, cibi ricchi di purine.
  • Il quarto giorno raccogliere le urine delle 24 ore, continuando la dieta (vedi punto 2)

 

6. Acido Vanilmandelico

  • Nelle 48 ore che precedono e durante la raccolta delle urine delle 24 ore, osservare una dieta priva dei seguenti alimenti: avocado, banane, kiwi, frutta secca, thè, caffè, cioccolato.
  • evitare l’assunzione di farmaci, previo consiglio del medico, altrimenti comunicare il nome dei farmaci assunti.
  • Il terzo giorno raccogliere le urine delle 24 ore continuando la dieta (vedi punto 2).
  • Durante la raccolta il recipiente deve essere mantenuto in frigo.

 

7. Catecolamine Urinarie Totali e Frazionate (Adrenalina, Dopamina, Noradrenalina)

  • Il paziente deve interrompere la pratica dell’esercizio fisico nelle 24 ore che precedono la raccolta e durante questa deve evitare condizioni di stress.
  • I farmaci che interferiscono con il dosaggio sono: Reserpina, Alfa Metildopa, Levodopa, inibitori della monoaminossidasi, amine simpaticomimetiche, fenotiazine, bloccanti Alfa e Beta, soppressori dell’appetito, bromocriptina, broncodilatatori. Si consiglia di interrompere tali farmaci due settimane prima della raccolta, salvo diversa prescrizione medica.
  • Raccogliere, in apposito recipiente, le urine delle 24 ore (vedi punto 2)

 

8. Clearance della Creatinina

  • Raccogliere tutte le urine delle 24 ore in apposito contenitore (vedi punto 2).
  • Recarsi con le stesse in laboratorio a digiuno da almeno 8 ore per sottoporsi anche al prelievo di sangue

 

9. Analiti sulle urine (campione urine 24 ore)

  • Può essere richiesto il dosaggio dei seguenti analiti si esegue sulle urine delle 24 ore:
  • Acido urico-Amilasi-Calcio-Cloro-Creatinina-Glucosio-Magnesio-Fosforo-Proteine-Urea-Sodio-Potassio-Cortisolo.

 

 

10.  17-OH Corticosteroidi urinari

  • Nei 15 giorni precedenti la raccolta delle urine delle 24 ore, interrompere l’assunzione di farmaci corticosteroidei, sentito il parere del Curante.
  • Nei 3 giorni che precedono la raccolta, evitare condizioni di stress e di intenso esercizio fisico.
  • Nelle 24 ore che precedono la raccolta, interrompere l’assunzione di qualsiasi farmaco, salvo diversa prescrizione medica.
  • Raccogliere le urine delle 24 ore (vedi punto 2).

11) IDROSSIPOLINA

  • Nei tre giorni precedenti la raccolta delle urine, seguire una dieta priva di: collagene, carne e derivati, estratti di carne, brodo, pesce, gelati, dolci
  • Si esegue sulle seconde urine del mattino a digiuno. Evitare di bere, mangiare o fumare dalle ore 23:00 della sera precedente l’esame; dopo la dieta di  cui sopra, raccogliere le urine delle 24h (vedi punto 2) e segnalare sul campione la diuresi, il peso, l’altezza, l’età

 

 

12. RICERCA DROGHE D’ABUSO SU URINE

  • Urine raccolte in qualsiasi momento della giornata.
  • Per il servizio di Medicina del Lavoro è necessario seguire la procedura prevista dal D.L. 17/9/2008

 

 

13. Raccolta urine per ricerca BK al microscopio

  • Urine delle 24 ore (vedi punto 2). Attenzione: È necessario che il campione arrivi in Laboratorio il prima possibile.

Esami su SANGUE

14. ALDOSTERONE-RENINA (ORTO- E CLINO- STATISMO)

  • Il primo prelievo di sangue va eseguito dopo almeno 15 minuti di marcia;
  • Il secondo va eseguito dopo 1 ore di riposo disteso sul lettino
  • Nei 3 giorni precedenti l'esame consumare pasti leggeri, senza aggiungere sale

 

 

 15. ANTIGENE CARCINO-EMBRIONARIO (CEA)

  • Astenersi dal fumo per 24 ore prima del prelievo di sangue

 16. CURVA DA CARICO CON GLUCOSIO PER VIA ORALE (OGTT)

  • Prima di eseguire l'esame della curva da carico di glucosio è necessario aver effettuato un esame della glicemia basale; se la glicemia basale non supera i 126 mg/dl si potrà procedere all'esecuzione della curva;
  • L'esame si svolge attraverso una serie di prelievi di sangue, di cui il primo a digiuno. Successivamente si somministrano al paziente circa 75 gr di glucosio e si effettuano prelievi a tempi fissi dopo 30′-60′-90-120′; per questo esame è necessario la compilazione del modulo “consenso informato”.
  • Presentarsi in laboratorio alle ore 8.00. Per sottoporsi alla prova, il paziente dovrà trattenersi presso il laboratorio per circa due ore consecutive, salvo diversa prescrizione.

 

 17. CURVA GLICEMICA PER LA DONNA IN GRAVIDANZA

  •  Dopo avere effettuato un prelievo basale per la determinazione della glicemia, alla paziente in gravidanza viene somministrata una quantità di soluzione di glucosio, prescritta dal medico, da bere entro 5 minuti.
  • Vengono poi effettuati 5 prelievi a distanza di 30 minuti l’uno dall’altro. Il paziente deve rimanere a disposizione del Laboratorio per almeno 2 ore.

18. GLICEMIA POST-PRANDIALE

 

  • Nel giorno stabilito il pasto dovrebbe contenere circa 100 grammi di glucosio;
  • Esattamente 2 ore dopo la fine dello stesso si esegue un prelievo venoso per la misura della glicemia;

 

 19. CURVA PROLATTINA

  • Presentarsi la mattina dell’esame alle ore 8.00 muniti della prescrizione del medico curante.
  • Il prelievo di sangue deve essere eseguito a digiuno e si effettuano dei prelievi successivi a tempi fissi secondo prescrizione del medico curante; il paziente deve rimanere sdraiato a riposo per la durata del test.

 

20. DOSAGGIO LITIO

  • Presentarsi al Laboratorio per il prelievo prima di assumere la dose mattutina del farmaco. Non variare l'orario di somministrazione delle altre dosi

21. DOSAGGIO DEI FARMACI

 

  • Le modalità del prelievo sono correlate alle caratteristiche del farmaco assunto.
  • ACIDO VALPROICO prelievo: digiuno prima di una dose
  • CARBAMAZEPINA prelievo: digiuno prima di una dose
  • FENOBARBITALE prelievo: preferibilmente 6-8 ore dopo l'assunzione del farmaco
  • DIGOSSINA prelievo: assumere il farmaco all'ora prescritta, presentarsi al Laboratorio per il prelievo fra 7 e 24 ore dopo tale orario. Non è necessario essere a digiuno

 

 

 

 

22. ORMONI TIROIDEI

  • Il prelievo di sangue non richiede di essere eseguito a digiuno. Non devono essere stati eseguiti nei due mesi precedenti esami radiografici con contrasto iodato (colecistografia, urografia, ecc.)

23. TRI-TEST

  •  È una valutazione delle probabilità del feto di essere affetto da trisomia XXI (sindrome di Down), e/o difetti del tubo neurale, calcolate mediante i dosaggi ematici di: HCG (Gonadotropina Corionica), Estriolo libero e Alfa-Feto-Proteina, combinati con dati anamnestici e valori rilevati ecograficamente.
  • Prelievo ed ecografia devono essere eseguiti tra la 15° e la 21°
  • Non si può effettuare per gravidanze gemellari
  • Il prelievo deve essere eseguito a digiuno
  • Portare ultima ecografia.

24. BI-TEST

  • VALUTAZIONE RISCHIO PER CROMOSOMOPATIE ( trisomia 13, 18, 21 )
  • È una valutazione statistica della possibilità che il feto sia affetto da trisomia XXI (sindrome di Down) o trisomia XVIII (sindrome di Edwards), calcolata mediante i dosaggi ematici della Free Beta HCG (frazione libera della gonadotropina corionica) e della PAPP-A (Proteina Placentare A della Gravidanza), combinata con la translucenza nucale, rilevata ecograficamente
  • Il prelievo e l’ecografica devono essere eseguiti nel I° trimestre di gravidanza (tra 11° e 13° settimana di gestazione)
  • Il periodo intercorrente tra il prelievo ematico e l’effettuazione della ecografia (NT) non deve superare le 72 h.
  • Il prelievo deve essere eseguito a digiuno
  • Portare ultima ecografia.

25. INDICE RISCHIO PER LA EARLY PRE-ECLAMPSIA

  • Il prelievo e l’ecografia devono essere eseguiti nel I° trimestre di gravidanza (tra 11° e 14° settimana di gestazione)
  • Il periodo intercorrente tra il prelievo ematico e l’effettuazione della ecografia (NT) non deve superare le 72 h.
  • Il prelievo deve essere eseguito a digiuno

 

 


Esami su feci

Orario di consegna dei campioni: 8.00-10.30

26. MODALITÀ’ DI RACCOLTA DELLE FECI

 

  • Per l’esame delle feci completo, per la ricerca di parassiti e per la coprocultura è necessario raccogliere le feci in appositi contenitori sterili.
  • E’ consigliabile raccogliere un campione del primo mattino, ma qualora ciò non fosse possibile è possibile consegnare feci del giorno prima conservate in frigorifero.

27. COPROCULTURA per ricerca di Salmonelle e Shigelle

 

  • Il campione da esaminare deve pervenire al laboratorio il prima possibile.
  • Per eseguire il test è sufficiente una quantità di feci pari ad una noce.

 

 28. RICERCA PARASSITI E LORO UOVA NELLE FECI

  • Il campione da esaminare deve essere consegnato al laboratorio al massimo entro 2-3 ore dall’emissione.
  • Per eseguire correttamente l’esame è necessaria una quantità di feci pari ad una noce.

 29. Scotch Test

  • Nei tre giorni precedenti l’esame, vanno seguite alcune norme dietetiche.
  • Il laboratorio consegna al paziente una busta contenente due vetrini portaoggetto: al mattino, al risveglio, senza eseguire alcun lavaggio, apporre per alcuni secondi una striscia di nastro adesivo (scotch) trasparente della lunghezza di 6-7 cm sull’orifizio anale esercitare una leggera pressione in loco far aderire lo scotch sul vetrino portaoggetto riporre il vetrino nella busta e consegnarlo in laboratorio
  • N.B: L’esame viene eseguito per trasparenza al microscopio, quindi è necessario utilizzare SCOTCH TRASPARENTE.

 

 


Esami COLTURALI 

Orario di consegna dei campioni: 8.00-10.30

30. Esame colturale dell’Espettorato

  • Per il corretto prelievo del campione si consiglia di:
  • lavarsi i denti e sciacquare la bocca per ridurre i residui di cibo e la contaminazione batterica
  • espettorare profondamente, la mattina a digiuno, possibilmente senza saliva.
  • Per chi ha problemi ad espettorare è consigliabile respirare profondamente su un contenitore di acqua calda o su un umidificatore prima della raccolta.

 

 

 

 

31. TAMPONE URETRALE

 

La paziente 

  • deve evitare, la sera prima dell'esame, il bagno in vasca;
  • non deve essere in periodo mestruale (le perdite ematiche devono essere terminate da almeno tre giorni);
  • deve astenersi da rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti l'esame;
  • non deve eseguire irrigazioni vaginali nelle 24 ore precedenti l'esame; la mattina dell'esame può lavare i genitali solo con acqua;
  • deve sospendere ogni terapia antimicrobica ed antimicotica, orale e locale, da almeno sei giorni;

 

 

Il paziente

  • deve astenersi da rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti l'esame;
  • deve aver cessato qualsiasi intervento chemio-antibiotico locale o generale da almeno sei giorni;
  • non deve urinare per almeno 6 ore prima dell'esame

 

 

La prenotazione per questo tipo di esame è obbligatoria

 

32. TAMPONE FARINGEO

  • Il paziente deve presentarsi in laboratorio a digiuno e senza aver lavato i denti
  • Evitare l'uso di colluttori orali
  • La terapia antibiotica deve essere sospesa da almeno sei giorni

33. TAMPONE AURICOLARE

  • Il giorno del prelievo il paziente non deve aver pulito in alcun modo il condotto auricolare
  • Eventuale terapia antibiotica deve essere sospesa da almeno sei giorni

 

34) TAMPONE VAGINALE

La paziente:

  • deve evitare, la sera prima dell'esame, il bagno in vasca;
  • non deve essere in periodo mestruale (le perdite ematiche devono essere terminate da almeno tre giorni);
  • deve astenersi da rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti l'esame;
  • non deve eseguire irrigazioni vaginali nelle 24 ore precedenti l'esame; la mattina dell'esame può lavare i genitali solo con acqua;
  • deve aver sospeso ogni terapia antimicrobica ed antimicotica, orale e locale, da almeno sei giorni;

 

La prenotazione per questo tipo di esame è obbligatoria.

 

35. RACCOLTA ESPETTORATO PER COLTURA E/O RICERCA BACILLO DI KOCH AL MICROSCOPIO

  • Si consiglia di ripetere l'esame per tre giorni consecutivi. Ogni giorno, al mattino, a digiuno, raccogliere l'espettorato con un colpo di tosse in un contenitore sterile, come quello per le urinocolture, reperibile in farmacia.
  • Attenzione: Nei tre giorni della raccolta evitare l'uso di colluttori orali.

 

 36. RACCOLTA DEL LIQUIDO SEMINALE PER SPERMIOGRAMMA

  • Per eseguire correttamente un esame del liquido seminale, un elemento fondamentale, da cui in buona parte dipende l'attendibilità dell'esame stesso, è rappresentato da una corretta modalità di raccolta del campione;
  • Il campione deve essere raccolto esclusivamente per masturbazione, in un contenitore sterile di vetro o di plastica, dopo accurata igiene dei genitali e dopo aver osservato un periodo di astinenza sessuale non inferiore ai 3 giorni e non superiore ai 5;
  • Si consiglia di effettuare la raccolta direttamente in laboratorio; in caso contrario si dovrà consegnare il campione entro i successivi 30 minuti dalla raccolta. Evitare, durante il trasporto, eccessive escursioni termiche (temperatura non inferiore a 15°C e non superiore a 36°C);
  • È necessario, inoltre, che il campione venga raccolto per intero (a causa della differente composizione del liquido seminale nelle diverse parti dell'eiaculato); la perdita anche di una piccola quantità iniziale o finale può pregiudicare il test anche in maniera notevole.

 

37. RACCOLTA DEL LIQUIDO SEMINALE PER SPERMIOCOLTURA

  • Si può eseguire in qualsiasi momento. Non c'è bisogno di astinenza sessuale;
  • Svuotare la vescica, lavare bene i genitali, raccogliere il liquido seminale in un contenitore sterile